Connettivina: a cosa serve e come si usa per ridurre le rughe

Connettivina: a cosa serve e come si usa per ridurre le rughe

Connettivina è un farmaco da banco, reperibile anche sotto forma di crema adatta al trattamento di cicatrici, scottature ma anche rughe e altre problematiche della pelle come macchie cutanee dovute all’acne. La sua principale funzione è quella cicatrizzante e per questa ragione risulta utile per ulcerazioni cutanee e ferite. Nelle farmacie e nelle para-farmacie è possibile trovarlo sotto forma di crema, gel, garze impregnate, spray cutaneo, soluzione.

Come utilizzare Connettivina nella formulazione in crema

La pomata Connettivina è estremamente semplice da utilizzare. Come primo passaggio è essenziale detergere la zona della pelle nella quale bisognerà applicarla con acqua tiepida e sapone delicato. In secondo luogo è fondamentale disinfettare la ferita, dove fosse presente, con acqua ossigenata o disinfettante. Successivamente bisognerà prestare molta cura e asciugare la zona tamponando delicatamente con un panno o un asciugamano.

A questo punto bisognerà prelevare una piccola dose di Connettivina e massaggiarla nella zona interessata fino a completo assorbimento. È consigliabile applicare il prodotto poco alla volta evitando di eccedere nelle dosi che potrebbero lasciare la pelle umida. Infine, se la ferita o l’ulcerazione sono aperte, bisognerà coprire la zona con una garza sterile. Connettivina deve essere impiegata esclusivamente ad uso esterno.

Connettivina: a cosa serve? Può essere utilizzata per ridurre le rughe?

Generalmente questa pomata è utilizzata, come accennato, su cicatrici e scottature. Tuttavia se ne sottovaluta l’efficacia che essa può avere sulle rughe. Infatti, la presenza di acido ialuronico può agire efficacemente sui segni del tempo. Proprio come la maggior parte delle creme anti age, anche Connettivina contiene al suo interno questo ingrediente.

Lo scopo per cui è generalmente utilizzata, ossia la cura di cicatrici, escoriazioni, ragadi, scottature ecc…, richiede per essere efficace, la presenza di elementi in gradi di stimolare la rigenerazione delle cellule cutanee. Nello stesso modo agiscono le creme anti rughe. Per questa ragione Connettivina è spesso consigliata dai chirurghi estetici e dai medici come rimedio per i segni del tempo sul viso.

La risposta alla domanda, dunque, è affermativa, questo prodotto può essere utilizzato per ridurre le rughe del contorno occhi, della fronte e del viso in generale.
In generale, se si soffre di particolari problematiche cutanee o allergie sarà opportuno rivolgersi al proprio medico o ad un dermatologo prima di utilizzare questo prodotto.

Come applicare Connettivina sul volto

La pomata Connettivina può essere utilizzata come una normale crema viso. Nello specifico basterà prelevarne una piccola dose e massaggiarla nella zona del contorno occhi, della fonte e delle guance fino al completo assorbimento del prodotto. Per fare in modo che tutti i principi attivi e gli ingredienti del prodotto possano penetrare a fondo ed essere efficaci, è fondamentale preparare la pelle.

Quest’ultima andrà detersa con un detergente specifico per viso e asciugata con cura tamponando con un panno. Un’accortezza da utilizzare per acuire gli effetti della crema è quello di picchiettare delicatamente il prodotto nelle zone come il contorno occhi. In questo modo, oltre a permettere al prodotto di agire in profondità si stimolerà la circolazione.

Per far sì che il prodotto sia efficace è inoltre necessario utilizzarlo con costanza, mattino e sera. Solo così, infatti, sarà possibile ottenere i risultati desiderati e vedere le rughe appianate.
Tuttavia, come ogni prodotto cosmetico, nel caso in cui si riscontrassero rossori, eritemi o qualsivoglia fastidio è necessario consultare un medico dermatologo.

Lascia un commento